Forex e analisi tecnica

Per guadagnare sul mercato Forex occorre analizzare nel brevissimo periodo l'andamento dei prezzi assunti dai cross valutari, così come occorre studiare attentamente il grafico che questi prezzi vanno a formare. L'obiettivo dell'analisi tecnica per il Forex è infatti quello di studiare il movimento dei prezzi dei cross valutari registrati nel passato al fine di poter formulare delle previsioni attendibili su quella che sarà la tendenza futura.

analisi tecnica

I top trader utilizzano non a caso proprio l'analisi tecnica per ottenere guadagni costanti attraverso l'individuazione di livelli di supporto e di resistenza al fine di poter fissare i punti di entrata e di uscita dal mercato definendo ed applicando sempre, inoltre, i livelli di stop loss e di take profit per limitare da un lato le perdite, e per consolidare dall'altro i profitti.

Applicando quelli che sono i principi dell'analisi tecnica sui cross valutari si parte dal presupposto che il mercato sconti tutto, ragion per cui si può prevedere la tendenza futura senza dover andare a valutare parametri che siano diversi dai prezzi che nel tempo la coppia di valute ha fatto registrare. Per la lettura del grafico, pur tuttavia, al fine di prevedere la tendenza futura è necessario valutare specifici indicatori che permettono di identificare la tendenza corrente e prevedere se questa tendenza sia destinata a continuare o se, invece, nel breve potrebbe registrarsi un'inversione anche repentina. Questi indicatori spaziano dall'RSI, che è l'indice di forza relativa, al MACD e passando per lo stocastico ed i livelli di Fibonacci.  

Nell'applicare l'analisi tecnica al mercato Forex, inoltre, non esiste un metodo o una strategia univoca in quanto è possibile applicare nella lettura e nell'interpretazione dei grafici diverse teorie come quella delle onde di Elliot oppure la cosiddetta teoria di Gann che è ideale per riuscire ad anticipare il cambio direzione dei prezzi sul mercato. L'obiettivo è infatti quello di fissare delle strategie che sono basate sull'analisi tecnica e che permettano a breve termine di prevedere quella che sarà la tendenza futura in ragione della volatilità intrinseca dei mercati e dell'andamento dei prezzi registrato fino ad un dato momento. La scelta poi cadrà sull'apertura di posizioni long, se si prevede una tendenza rialzista, oppure sull'apertura di una posizione short se per il cross valutario analizzato si prevede nel brevissimo termine un andamento al ribasso legato al mantenimento di una tendenza in atto oppure ad un'inversione del movimento dei prezzi rilevato fino ad un dato momento. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*