Come operare sul Forex

Sono davvero molti quelli che avvicinandosi al mondo del mercato del forex credono che sia una realtà alquanto complessa, ma possiamo assicurarvi che avendo un po di conoscenza base e conoscenza della terminologia chiunque sarà in grado di operare nel mondo del forex senza grossi problemi.

forex

Quindi il forex non è cosi complesso come molti lo descrivono. Uno dei principali obiettivi del Forex è quello di scambiare determinate coppie di valute guadagnando sulla differenza tra esse. Durante l'arco di una giornata la quotazione delle singole valute varia più volte, ma nella maggior parte dei casi le valute tendono a seguire trend omogenei. Come detto ad inizio articolo nel forex altro non si fa che scambiare valute acquistandole e vendendole, questi scambi sono chiamati Short e Long. Il termine Long lo usiamo quando acquistiamo una valuta sperando che quest'ultima aumenti il suo valore per poi essere venduta e ricavarci qualche soldo. Mentre se decidiamo di vendere una valuta utilizzeremo il termine Short con la speranza che questa scenda di valore.

Ma nel Forex ci sono davvero tantissimi termini ed uno dei più usati è day-trading che sta a significare che il trader che decide di acquistare o vendere deve aprire e chiudere la posizione nell'arco di una singola giornata. In parole povere è un investimento a breve scadenza. Il mercato del forex è presente in tutto il mondo allora per far si che sia comprensibile a tutti si è deciso di utilizzare convezioni per tutte le valute ad esempio l'euro in tutte le piattaforme è riconosciuto come EUR mentre il dollaro americano con USD. Tutti i prezzi delle valute sono strettamente correllari al valore di una seconda valuta, prendendo d'esempio quelle sopra indicate avremo la coppia di valute EUR/USD. Facendo un esempio pratico, prendendo la coppia di valute Eur/Usd avremo l'euro come moneta principale ed allora 1 euro sarà uguale a 1,14 dollari.

Quando nel mondo del Forex decidiamo di fare scambi con coppie di valute come ad esempio EUR/USD ci rivolgeremo di sicuro ad un broker che avrà prezzi distinti. Di solito il prezzo di vendita viene chiamato Ask mentre quello di acquisto Bid. La differenza tra i due prezzi ci darà il guadagno ovvero lo Spread. Il guadagno lo possiamo calcolare in base ai pips che sono i punti di differenza tra le valute. Con questo abbiamo terminato questo articolo con la speranza di avervi dato qualche delucidazione in più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *